Tutto quello che dovete sapere sull’anestesia

Quando ci si deve sottoporre a un intervento chirurgico la prima cosa che si pensa è: e se non mi risveglio più?
L’anestesia non deve far paura, bisogna affidarsi alle mani del medico e tutto andrà bene.

L’anestesia (dal greco “anaistesia” cioè insensibilità) indica un particolare tipo di sonno artificiale, che provoca uno stato di insensibilità al dolore (analgesia) e una perdita di coscienza (ipnosi), indispensabili per poter eseguire con successo e in totale tranquillità un intervento chirurgico.

Cosa succede?E’ l’anestesista che decide il tipo di anestesia e quali farmaci impiegare in base all’intervento chirurgico e alle condizioni del paziente per assicurargli il massimo della sicurezza e del comfort (e al chirurgo le migliori condizioni per operare), perchè è solo lui lo specialista che conosce perfettamente effetti ed interferenze degli anestetici con le funzioni vitali dell’organismo ed il solo esperto in grado di utilizzare le apparecchiature che servono per eseguire l’anestesia
e per monitorare le funzioni vitali.

Durante l’intervento in anestesia generale, nella trachea del paziente viene inserito un tubo collegato ad un respiratore automatico, per assicurare il passaggio dell’aria nelle vie respiratorie e permettere quindi la respirazione. Contemporaneamente anche tutte le altre funzioni vitali (battito e ritmo cardiaco, pressione arteriosa, temperatura, ossigenazione) vengono monitorate e tenute sotto controllo costante per garantire la vostra sicurezza. Gli eventuali rischi, comunque bassi, non dipendono dall’anestesia in se stessa, ma dalle condizioni fisiche del paziente e dalla gravità dell’intervento hirurgico.

prima…

Il giorno prima dell’intervento l’anestesista vi parla a lungo, per conocere a fondo tutti gli aspetti clinici, la vostra
“storia” e spiegarvi il tipo di anestesia più adatta al vostro caso: da questo momento siete nelle sue mani esperte e sicure e se avete
dubbi o incertezze, chiedetegli tutto quello che volete sapere.

durante…

Durante l’intervento, l’anestesista, vi somministra i farmaci necessari per eseguire l’anestesia
adeguata al tipo e alla durata dell’operazione, tiene sotto monitoraggio costante tutte le funzioni vitali e corregge eventuali alterazioni
provocate dall’intervento chirurgico.

dopo…

Finito l’intervento, l’anestesista vi assiste fino al recupero completo dello
stato di coscienza e decide le terapie più adatte per evitare il dolore o provenire qualsiasi complicazione.
Fidatevi di lui e seguite i suoi consigli, sta facendo il possibile per ridurre al minimo il vostro disagio e assicurarvi un rapido ritorno alla normalità pe una completa guarigione.

Condividi!